Devi essere istruito, perché questo è qualcosa che gestisci

Devi essere istruito, perché questo è qualcosa che gestisci

Ho visto cambiamenti immediati nei miei livelli di energia. . . . Ho potuto vedere immediatamente che [le mie nuove abitudini alimentari] potevano avere un impatto sulla malattia, quindi non mi sentivo impotente.

Hai fatto molte ricerche sul diabete? Quando ho ricevuto questa diagnosi, il mio dottore mi ha dato molte informazioni – molti articoli da leggere. La prima cosa che ho fatto è stata istruirmi sulla [condizione]. L’ho vista come una sfida, più di ogni altra cosa. Come si è adattata la tua famiglia al tuo nuovo stile di vita? È chiaro che per gestire questa malattia ci vuole una squadra. Ho capito che avevo bisogno del mio medico. . . Avevo anche bisogno di input nutrizionali [da uno specialista del diabete] e fisiologia dell’esercizio. Io e il mio coniuge dovevamo essere membri attivi del team, insieme. E io [avevo bisogno di impegno da parte di] membri della famiglia perché vengo dal Sud, dove tua madre ti ama con il cibo! Ho dovuto istruire la mia famiglia sul fatto che [avere un sacco di cibo malsano in giro] era tossico per me. Ora, ho un sistema di supporto invece di un sistema di tentazione. In che modo i pazienti diabetici possono ottenere il supporto di cui hanno bisogno? Se non puoi permetterti un nutrizionista, ci sono molte informazioni preziose online da siti di [salute] fantastici e qualificati.

Ma devi dire alle persone intorno a te: “Guarda, non si tratta di forza di volontà. “È qualcosa che devi fare per il resto della tua vita. Quanto è stato difficile questo processo per te? Ci sono stati giorni bui? Assolutamente, ci sono stati giorni bui, perché questo è qualcosa che è riuscito. Non è guarito. Se hai una giornata che non riesci a gestire bene, ti alzi e ricomincia il giorno successivo. Tornerai subito al tuo modello di stile di vita. Ho programmato il mio ambiente per supportare ciò di cui ho bisogno che accada. Anche il mio staff aiuta. Tutti – dal mio direttore di scena ai miei assistenti – sanno tutti che circa ogni tre ore, devi portare da mangiare a quel ragazzo, perché diventerà irritabile. È difficile attenersi a un programma alimentare frequente? Ci sono giorni in cui non riesco ad andare a mangiare. Guarda l’intervista esclusiva di Lifescript con il dottor Phil e segui i suoi 6 passaggi per il controllo del diabete di tipo 2 …

Forse sono sul palco più a lungo di quanto pensassi e [quando] esco spesso devo [occuparmi di] qualcos’altro o saltare su un aereo. Non faccio un buon lavoro di gestione. È qui che il mio staff aiuta. Non è questione di dover ricordare o. . . essere emotivamente motivato. Ho impostato il mio ambiente in modo che sia programmato per supportarmi. Quindi quando non ci penso. . . ci sarà qualcosa, cose che aiutano [ricordami di mangiare]. Come affronti lo stigma di pensare di aver causato il tuo diabete? Mi sono reso conto che esiste uno stereotipo di “tipo 2”. “Sono pigri. Non mangiano bene e sono obesi: è una malattia di scelta. Non è certamente così. Puoi contribuire ai tuoi fattori di rischio o alla gravità che influisce sulla tua vita se non sei disciplinato? Ovviamente! Ma dobbiamo tutti superare queste barriere, questi stereotipi e capire che non si tratta di colpa. Si tratta di responsabilità.

È per questo che hai creato il “Movimento ON IT”, per fornire informazioni e supporto alle persone con diabete di tipo 2? . . quando il mio medico [mi ha dato la diagnosi e cosa avrei dovuto fare] ho detto: “Va bene, allora. Andiamocene! Facciamolo!” Quindi, ho messo insieme questi sei passaggi. . . Volevo dare alle persone qualcosa di semplice, qualcosa di fattibile. Passaggio 1: vai avanti. Non prenderti a calci per questo. È quello che è. Non mi interessa come sei arrivato dove sei, è lì che sei. Smettila di incolpare te stesso. Il senso di colpa non ti aiuterà. Passaggio 2: istruisci te stesso. Non c’è motivo di essere disinformati su una malattia che hai in questi giorni. Le informazioni sono abbondanti. È a portata di mano. Devi essere istruito, perché questo è qualcosa che gestisci. Questo non è qualcosa per cui prendi una pillola e tutto scompare.

Passaggio 3: crea una squadra. Inizia con il tuo medico e te. Quindi, include coniuge e familiari. Potrebbe anche includere un nutrizionista, un allenatore e un fisiologo dell’esercizio. Devi avere una squadra. Passaggio 4: sostituire le cattive abitudini. Non “rompiamo” le abitudini. Sostituiamo un’abitudine con una nuova abitudine. Se smetti di fare qualcosa e non metti qualcosa al suo posto, quel comportamento tornerà. Se porti via qualcosa, devi rimettere qualcosa al suo posto. Passaggio 5: crea un piano. Non vuoi assolutamente dire: “Smetterò di fare A”, senza fare un piano per fare B, C, D ed E. Devi avere un piano. Questo è ciò che intendo quando dico che non si tratta di forza di volontà. Si tratta di pianificazione. Passaggio 6: resta fedele. Non puoi radunarti solo per un paio di settimane. Devi capire che è uno stile di vita. . . . Deve diventare ritmico con te. Non puoi svegliarti ogni giorno e reinventare la ruota.

Prepara un piano e seguilo. Fallo finché non diventa routine, parte del tuo rituale quotidiano. Ti capita mai di soffrire di “esaurimento del diabete” quando non vuoi restare fedele al tuo piano? No, non lo faccio – è il mio schema di vita. Non è qualcosa a cui penso coscientemente, perché l’ho fatto per così tanto tempo. Lo zucchero è un veleno per me. Non va bene per me. Se dovessi sedermi e mangiare una grande fetta di torta di compleanno con gelato alla festa di compleanno di mio nipote, mi sentirei malissimo per le prossime 24 ore. Prima, avrei potuto dire: “Oh, ho lavorato molto duramente questa settimana. Questa è una ricompensa per me. “Ho imparato che non è una ricompensa. Mi farà sentire malissimo. Quindi non hai “cheat food?” Le persone spesso chiedono: “Ho un cheat food?” o “Quali sono i miei cheat food?” La chiave è, se hai voglia di un certo sapore o cibo, chiediti: “Potrei accontentarmi solo di un boccone o due?”

Se vado oltre e non fa parte del mio regime, non mi sento bene. Quindi prenderò solo un boccone o due. . . e ho finito. Non lo desidero oltre. Quali sono le chiavi per affrontare una malattia cronica come il diabete di tipo 2? I miei tre migliori consigli sono:

Non negare. Sii attivo. Premiati. Suggerimento n. 1 per il diabete: non negare. Non puoi cambiare ciò che non riconosci. Devi riconoscerlo e riconoscere: “OK, devo diventare un membro attivo del mio trattamento. “Esiste un’ampia gamma di malattie. Ci sono persone che hanno una malattia che è assolutamente paralizzante per la loro vita e ci sono persone con una malattia che minimizzano nella loro vita. Semplicemente non puoi negare. # 2 Suggerimento per il diabete: sii un membro attivo del tuo team di trattamento. Se sei passivo – stai solo aspettando che i dottori vengano a curarti, guarirti, portarti via qualunque cosa ti sia capitata – è un posto terribile dove stare, perché inizi ad avere una mentalità da vittima.

3 # Suggerimento per il diabete: ricompensa te stesso per il successo. Quando fai bene, hai disciplina ed esegui il tuo piano, prenditi un minuto per dire: “Sai una cosa? Sto facendo quello che devo fare qui. Sono orgoglioso di me stesso per questo! ” Il movimento ON IT del Dr. Phil è sponsorizzato da Bydureon, un farmaco per il diabete di tipo 2, e dal suo produttore AstraZeneca. Voglio di più? Ottieni ricette, articoli e altre informazioni sul diabete di tipo 2 presso il Centro per la salute del diabete di tipo 2 di Lifescript.

Iscriviti alla nostra newsletter sul diabete!

L’ultima novità nel diabete di tipo 2

5 modi per gestire il diabete di tipo 2 mentre si lavora da casa

Non lasciare che la tua routine di telelavoro causi montagne russe di zucchero nel sangue.  

Di Krista Bennett DeMaio 31 marzo 2021 Contenuti pubblicitari sponsorizzati

Food Rx: un endocrinologo condivide ciò che mangia in un giorno per aiutare a prevenire il diabete di tipo 2

Un medico della Stanford University specializzato nel trattamento di persone con diabete di tipo 2 e obesità parla di mangiare verdure di nascosto, porzionando il riso. . .

Di Kate Ruder, 18 marzo 2021

Diabete di tipo 2 collegato a un aumento del rischio di malattia di Parkinson

I dati genetici suggeriscono che potrebbe esserci una relazione diretta tra il diabete di tipo 2 e un rischio più elevato di disturbo del movimento, così come la sua progressione. . .

Di Lisa Rapaport, 12 marzo 2021

Ulteriori prove L’iniezione settimanale di Semaglutide aiuta le persone con diabete a perdere peso

Venduto in una dose inferiore con i marchi Ozempic e Rybelsus per il trattamento del diabete di tipo 2, il semaglutide può anche essere sicuro ed efficace per il peso cronico. . .

Di Lisa Rapaport, 8 marzo 2021

8 cose che le persone con diabete devono sapere sui vaccini COVID-19

Scopri la sicurezza, l’efficacia e l’importanza dei vaccini COVID-19 se tu o una persona cara convivete con il diabete di tipo 1 o di tipo 2.

Di Kate Ruder, 21 gennaio 2021

Esiste un legame tra il diabete di tipo 2 e l’inquinamento atmosferico?

Studi scientifici emergenti suggeriscono che l’esposizione all’inquinamento atmosferico può influenzare il rischio di diabete e rendere la malattia più difficile da gestire se si. . .

Di Kate Ruder, 20 gennaio 2021

La metformina può portare a gravidanze più sane nelle donne con diabete di tipo 2

Le donne incinte con diabete di tipo 2 che hanno assunto metformina hanno guadagnato meno peso, hanno richiesto meno insulina e hanno avuto un minor rischio di avere bambini grandi. . .

Di Lisa Rapaport, 10 dicembre 2020

La maggior parte dei diabetici può essere a rischio molto elevato di malattie cardiache fatali in 10 anni

I risultati di nuovi studi sottolineano l’importanza di gestire i fattori di rischio di malattie cardiache se si vive con il diabete di tipo 2.

Di Melissa John Mayer, 1 dicembre 2020

Dieta mediterranea legata a un rischio di diabete ridotto del 30% nelle donne

I risultati del follow-up ventennale aiutano a illuminare i percorsi chiave nel corpo che aiutano a spiegare i benefici protettivi di questo popolare stile alimentare.

Di Becky Upham, 23 novembre 2020

7 errori di dieta a basso contenuto di carboidrati da evitare quando si ha il diabete

Ridurre i carboidrati è un pilastro della gestione del diabete, ma non è infallibile. Evita questi errori a basso contenuto di carboidrati per una migliore salute con il diabete di tipo 2.

Di K. Aleisha Fetters, 13 novembre 2020 “

La chirurgia di bypass coronarico può essere comune, ma ciò non significa che non sia un’impresa seria che richiede tempi di recupero significativi. Se ce l’hai, è probabile che vorrai fare tutto il possibile per mantenere il tuo cuore sano ed evitare di aver bisogno di un futuro intervento chirurgico di bypass.

Dolore al petto? Prova il nostro controllo dei sintomi

Quando il tuo medico ti manda a casa dall’ospedale, avrai senza dubbio alcune prescrizioni di farmaci per il cuore. Ma avrai anche istruzioni rigorose per cambiare il tuo stile di vita in abitudini sane, o più sane, per mantenere i vasi sanguigni appena innestati puliti e privi di placca.

Suggerimenti per una vita sana e vasi sanguigni puliti

Uno stile di vita sano è la chiave per mantenere i vasi sanguigni puliti dopo un intervento chirurgico di bypass delle arterie coronariche. Ecco cosa puoi fare per ridurre al minimo l’accumulo di grasso e colesterolo nel sangue e nei vasi sanguigni:

Elimina i grassi e il colesterolo dalla tua dieta. Quando mangi cibi grassi, parte del grasso scorre attraverso il flusso sanguigno, dove può aderire alle pareti dei vasi sanguigni. Alla fine si accumula e forma una placca dura e appiccicosa, che ostruisce i vasi sanguigni – il motivo per cui hai subito un intervento di bypass. Per mantenere puliti i vasi sanguigni dopo l’intervento chirurgico di bypass, evitare cibi ricchi di grassi e colesterolo, come latte intero, formaggio, panna, gelato, burro, carni ad alto contenuto di grassi, tuorli d’uovo, dolci al forno e qualsiasi cibo fritto. Perdere il peso in eccesso. Mantenere un peso corporeo sano è importante per mantenere il cuore sano e i vasi sanguigni puliti. Pesati regolarmente e monitora il tuo peso. Informa il tuo medico se guadagni anche qualche chilo molto rapidamente. E usa la dieta e l’esercizio fisico per perdere i chili in eccesso e tenerli lontani. Fare esercizio regolarmente. L’esercizio fisico non solo rafforza il cuore, ma aiuta a ridurre al minimo il rischio di malattie cardiache. Probabilmente sarai iscritto a un programma di riabilitazione cardiaca che prevede un graduale ritorno all’esercizio fisico. Segui le istruzioni del tuo medico per fare regolarmente esercizio aerobico – camminare, fare jogging, andare in bicicletta, nuotare – per far battere il cuore. Probabilmente ti verrà consigliato di allenarti almeno da tre a cinque giorni alla settimana, per almeno 30-60 minuti per sessione. Gestisci lo stress e previeni la depressione. La tua salute mentale ed emotiva può influire sulla tua salute fisica e lo stress e la depressione possono colpire dopo un intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie. Tieni sotto controllo i tuoi livelli di stress e combatti la depressione con un regolare esercizio fisico, rimanendo socialmente attivo, dormendo molto e parlando con gli amici o con i membri di un gruppo di supporto di ciò che senti. Alcune persone possono anche beneficiare di una prescrizione di antidepressivi. Partecipa alla riabilitazione cardiaca. La riabilitazione cardiaca può aiutarti a gestire tutti questi cambiamenti nello stile di vita. Il tuo team di riabilitazione cardiaca valuterà la forza del tuo cuore per essere sicuro che stia migliorando e ti insegnerà come mangiare bene e fare molto esercizio per aiutarti a perdere peso e rafforzare il tuo cuore.

Farmaci per mantenere liberi i vasi sanguigni

I cambiamenti dello stile di vita svolgono un ruolo importante nel mantenere il cuore sano e i vasi sanguigni liberi dall’accumulo di placca, ma spesso i cambiamenti nello stile di vita non sono abbastanza da soli. Probabilmente avrai bisogno di farmaci per aiutarti.

Assicurati di seguire dopo un attacco di cuore

Il tuo medico potrebbe volerti prendere qualcosa di semplice come un’aspirina quotidiana. La terapia con aspirina ha molti vantaggi per le persone che desiderano prevenire le malattie cardiache, tra cui:

Ridurre il rischio di morire per infarto o ictus Aiutare a gestire il dolore causato da altre condizioni Prevenire pericolosi coaguli di sangue

Altri farmaci che il medico può prescrivere dopo un intervento chirurgico di bypass delle arterie coronariche includono:

Farmaci per abbassare il colesterolo Farmaci per abbassare la pressione sanguigna Altri farmaci antipiastrinici, come clopidogrel (Plavix), per prevenire la formazione di coaguli di sangue

Imparare a vivere uno stile di vita sano, insieme alla giusta combinazione di farmaci, può aiutare a mantenere i vasi sanguigni liberi e lontano dal tavolo operatorio.

Ulteriori informazioni nell’Everyday Health Heart belen e reduslim Health Center.

Iscriviti alla nostra Newsletter sulla salute del cuore!

Le ultime novità in fatto di salute del cuore

Le nuove linee guida per la salute del cuore si concentrano sul grasso della pancia, non solo sul peso corporeo

Una circonferenza della vita più spessa può aumentare il rischio di malattie cardiovascolari anche nelle persone che non sono in sovrappeso o obesità, secondo le nuove linee guida. . .

Di Lisa Rapaport, 27 aprile 2021

6 cose che le persone con problemi cardiaci devono sapere sui vaccini COVID-19

Trova le risposte alle tue domande su come ottenere il vaccino e quali effetti collaterali potresti riscontrare.

Di Kaitlin Sullivan, 5 aprile 2021

L’American Heart Association rende ufficiale la connessione cuore-mente

 La ricerca che collega la salute mentale e cardiovascolare ha raggiunto la massa critica, afferma l’AHA. E puoi agire di conseguenza.

Di Allison Young, MD, 26 marzo 2021

L’esercizio fisico, non la terapia con testosterone, migliora la salute delle arterie negli uomini di mezza età e negli anziani

Anche se la terapia con testosterone può aumentare i livelli di questo ormone sessuale maschile, un nuovo studio clinico suggerisce che questo non aiuterà a creare il rivestimento interno. . .

Di Lisa Rapaport, 1 marzo 2021

I chirurghi di canto pubblicano nuova musica per il mese del cuore

Il secondo EP del duo mira a sensibilizzare e ispirare gli ascoltatori a dare la priorità alla loro salute del cuore.

Di Katie Williams, 26 febbraio 2021

Molti adulti anziani assumono l’aspirina per la salute del cuore anche se non è consigliata

È improbabile che le persone di età pari o superiore a 75 anni che non hanno mai avuto un evento cardiovascolare come un infarto o un ictus traggano beneficio da una pillola di aspirina quotidiana.